Tour dell’Umbria

Uno dei viaggi in auto che consiglio assolutamente é quello in Umbria. Questa regione offre davvero tantissimo da vedere: città antiche e bellissime, paesaggi spettacolari circondati da boschi, campagne e verdi colline.

Cinque giorni sono appena sufficienti per vedere alcune delle località più conosciute.

Le distanze non sono proibitive, quindi si può tranquillamente pernottare nello stesso posto e spostarsi in auto durante il giorno.

Io ho preso un piccolo appartamento in un agriturismo molto carino nella campagna perugina, Agriturismo Ai Lecci, che consiglio assolutamente. Tra i prodotti tipici venduti dai proprietari i ceci e l’olio d’oliva, eccezionali! Inoltre gli animali sono ben accetti. Gli appartamenti sono ampi, spaziosi, attrezzati e ben arredati. C’è una piccola piscina da cui si può ammirare un bellissimo tramonto sulla campagna circostante.

La sera si cena in una trattoria vicino Perugia, alla Vineria La Fraschetta. 

Vineria La Fraschetta

Seguendo le indicazioni di Trip Advisor, ancora una volta,  scopro questo piccolo locale dove si possono assaggiare i prodotti tipici del luogo.
Si mangia davvero bene, l’olio è buonissimo ed è di loro produzione. Si mangiano soprattutto salumi, formaggi e piatti freddi, ma trovate anche la parmigiana e la scamorza in coccio.
I proprietari sono gentilissimi.

ASSISI

Il primo giorno é dedicato alla visita di Assisi: la parte più antica della città è ancora circondata da fortificazioni e da una lunga cinta muraria ben conservata. Da visitare la Rocca Maggiore e la Rocca Minore oltre agli edifici di culto di così grande importanza come la Basilica gotica di San Francesco, la Basilica di Santa Chiara e la Chiesa di San Pietro.

Il Duomo é dedicato al patrono San Rufino e conserva inalterata la facciata con sculture e rilievi.

Cattedrale di San Rufino – Assisi

Sulla Piazza del Comune di Assisi, posta sull’antica area del foro, si trovano il Palazzo dei Priori e il tempio di Minerva, di epoca romana, con colonne e capitelli corinzi ancora intatti. 

Nelle vicinanze si possono visitare i luoghi legati alla vita di San Francesco, come l ‘Eremo delle Carceri, immerso tra i boschi sulle pendici del monte Subasio e il Convento di San Damiano. 

Il mio tour inizia nella parte pianeggiante con l’imponente Basilica di Santa Maria degli Angeli, costruita per proteggere la Cappella della Porziuncola, il povero ritrovo dei primi frati francescani.

Basilica di Santa Maria degli Angeli – Assisi

Camminando per le splendide vie cittadine, proseguo poi per Corso Mazzini verso Piazza S. Chiara, per visitare l’omonima Basilica dove si trovano i resti della Santa e il bellissimo crocifisso ligneo.

Si prosegue quindi verso la magnifica Basilica di San Francesco composta da due parti talmente diverse: la Chiesa Inferiore e la Chiesa Superiore, circondata da splendidi giardini.

All’interno delle due chiese, meravigliosi affreschi sulle pareti raccontano le storie del vecchio e del nuovo testamento. Le pareti inferiori sono opera di Giotto e della sua scuola.

Una statua di San Francesco accoglie tra le mani il nido di vere colombe bianche.

Consiglio di fare tappa alla Cattedrale di S. Rufino che custodisce una cisterna romana, la fonte battesimale al quale furono battezzati Francesco e Chiara, e la meravigliosa cripta della Basilica Ugoniana che risale al XII secolo.

A soli 4 chilometri dal centro storico di Assisi si trova l’Eremo delle Carceri, un luogo immerso nella natura dove San Francesco e i suoi seguaci si ritrovavano proprio per pregare e meditare.

CASCIA – Roccaporena

Nel pomeriggio, dopo un rilassante tragitto in auto tra il verde dei boschi, mi reco a Cascia per visitare i luoghi di culto di Santa Rita. Qui si possono visitare la casa natale e maritale della Santa, il lazzaretto, la chiesa di S. Montano, il suggestivo orto del miracolo, lo scoglio della preghiera ed il santuario, una piccola grotta dove i devoti lasciano le loro preghiere in fogli di carta incastrati tra le rocce.

Il posto é piccolino e si visita in poco tempo. Si passa quindi a visitare il piccolo borgo di Spello per fare un po’ di acquisti enogastronomici!

SPELLO

Godetevi una passeggiata tra i suoi vicoli addobbati e fioriti nel corso di tutto l’anno.

La parte più bassa é ancora cinta dalle Mura Romane ben conservate, nelle quali si aprono tre porte: la Porta Urbica su via Roma, la grandiosa Porta Consolare sulla Piazza del Mercato e la Porta Venere con due torri a base dodecagonale, le caratteristiche Torri di Properzio.

Da vedere a Spello: la Chiesa di Santa Maria Maggiore, con la famosa Cappella Baglioni con gli affreschi del Pinturicchio  ed il suo autoritratto; la Casa romana, dove sono ancora ben visibili l’atrio con la pavimentazione originaria a mosaico a tessere bianche e nere, l’impluvium.

Mi fermo quindi a comprare un tartufo e dei salumi. Non mancano certo i negozi dove poter acquistare prodotti tipici!

GUBBIO

Trovare posto per la macchina non é facile e si perde un po’ di tempo, ma vale assolutamente la pena visitare questa splendida cittadina dalle ripide viuzze dal fascino antico. Si comincia con la visita del Duomo, chiesa maggiore di Gubbio, vera e propria opera d’arte. Al suo interno si possono ammirare le opere dei maggiori artisti eugubini del Cinquecento e due organi della stessa epoca.

Nella bellissima e panoramica piazza Grande (o piazza Pensile) si trova anche anche Palazzo dei Consoli, che con il suo stile gotico é uno dei più imponenti palazzi cittadini divenuto il simbolo di Gubbio. Di fronte al Duomo potete vedere il Palazzo Ducale, risalente al Quattrocento. Consiglio di visitare lo splendido cortile interno composto da una serie di archi sorretti da colonne e capitelli decorati.

Da visitare inoltre i palazzi Beni, del Bargello con la famosa fontana, del Capitano del Popolo, la Chiesa di Santa Maria Nuova con al suo interno la Madonna del Belvedere.

Situati al di fuori delle mura del centro storico, presso Porta Romana, si trovano la Chiesa e convento di Sant’Agostino

Molto bella la basilica di Sant’Ubaldo è un luogo di culto cattolico situato a Gubbio, sul monte Ingino.

Molto interessante, inoltre, la Chiesa di San Giovanni caratterizzata dalla facciata e dal campanile in stile romanico.

PERUGIA

Il cuore della città è Piazza IV Novembre, dove si trova la celebre Fontana Maggiore, simbolo della città, risalente al tredicesimo secolo, fu costruita su una gradinata circolare.

Fontana Maggiore – PG

Sempre nella piazza è possibile inoltre ammirare la Cattedrale di San Lorenzo e lo splendido Palazzo dei Priori, in stile gotico, dove ha sede la Galleria Nazionale dell’Umbria che conserva opere di Piero della Francesca, il Pinturicchio e il Perugino, maestro di Raffaello.
L’ingresso è costituito da un portale del duecento ornato dalle statue del grifo e del leone.
L’interno conserva ambienti di grande interesse come la sala dei Notari.
Da Piazza IV Novembre parte Corso Vannucci, fulcro della “vita” perugina, con tanti negozi e locali storici.

Alla fine del Corso si trova la Rocca Paolina, una vera e propria fortezza.

Rocca Paolina

Vicino alla Fontana Maggiore, in Piazza Danti, andate a vedere il Pozzo Etrusco, opera idraulica precedente la nascita di Cristo e perfettamente integra.

Non perdetevi il tramonto sulle colline umbre dal Belvedere perugino dei Giardini Carducci.

Se avete tempo, e amate la cioccolata, prenotate una visita alla fabbrica della Perugina, storico marchio di prodotti dolciari specializzato in cioccolato. Fate tappa alla Casa del Cioccolato dove vi accolgono 2 grandi contenitori pieni di Baci!! Seguite il percorso che inizia nel Museo Storico dove, attraverso vetrine ricche di packaging e pubblicità sui giornali, si ripercorre la storia del brand. Si prosegue con la visita del cuore della fabbrica dove si scopre come nascono i vari prodotti… E si assaggia!!! Si conclude con la Scuola del Cioccolato dove si può seguire un corso di Cioccolateria. Per pura coincidenza ci troviamo nel bel mezzo delle riprese di un programma televisivo! Consiglio di prenotare la visita almeno un giorno prima.

NORCIA

La patria del Tartufo Nero e dell’arte norcina: passeggiate lungo la strada principale dove potrete acquistare prodotti locali come tartufo e salumi di ogni genere.

Giunti nella piazza principale potrete visitare la Chiesa di San Benedetto, sorta sopra la casa natale del santo. Uscendo dalla porta principale e volgendo a sinistra, sotto un portico del 1500 si allineano le antiche “Misure” (XIV sec.), grossi recipienti di pietra, usate durante i mercati come unità di misura per le merci. Rimanendo nella piazza potrete ammirare il Palazzo Comunale del XIII secolo con Loggia, Scalinata e Torre Campanaria.

Tags:

Roberta Tomaselli

Viaggiare é in assoluto il modo migliore di investire il proprio tempo ed il proprio denaro. Non é necessario andare dall'altra parte del mondo, basta solo avere la voglia e la curiosità di scoprire ciò che non conosciamo. A volte, proprio dietro casa, possiamo scoprire luoghi magici che nessuno conosce... IL VIAGGIO E' NELLA MENTE!!!

Leave a Comment